Cercasi Educatori

image-projet

AL MOMENTO NON STIAMO CERCANDO EDUCATORI/TRICI

Figura richiesta:

Educatore \ Educatrice di comunità educativa per minori.

Breve descrizione del CEDis “La Camelia”

Il Centro Eduactivo “La Camelia”, della Fondazione Gerine Fabre, fa parte dell’Associazione Consulta Diocesana, ente religioso che si occupa di educazione, accoglienza, cura e promozione della persona e che raggruppa diverse Comunità Educative, diurne e residenziali, del territorio genovese.

Il CEDis “La Camelia” è un servizio di accoglienza semi-residenziale rivolto a minori con problematiche familiari, relazionali, comportamentali ed in genere evolutive e per i quali il progetto di prevenzione non necessita di un immediato allontanamento dal nucleo familiare.

Il CEDis “La Camelia” accoglie fino a 10 minori, maschi e femmine, di età compresa tra i 6 e i 18 anni, di ogni cultura e religione, inviati dai Servizi Sociali.

Il servizio si configura come un intervento ad alta soglia e si presenta come un luogo di crescita e formazione per i minori la cui presa in carico assume tutte le caratteristiche di quella della comunità residenziale.

Breve descrizione del ruolo

L’Educatore è una persona professionalmente preparata ed aggiornata, in grado di costruire profondi rapporti interpersonali ed in grado di favorire la rimessa in moto delle funzioni psicologiche, relazionali ed operative compromesse dei minori.

L’Educatore prende in carico la persona con un’attenzione particolare agli aspetti della vita quotidiana ( l’alimentazione, l’igiene personale, i compiti, ecc). Egli, essendo un punto di riferimento stabile, aiuta il ragazzo a sperimentare le proprie conoscenze e lo stimola a migliorare e/o risvegliare capacità latenti. Partecipando attivamente alla vita quotidiana del ragazzo, l’Educatore favorisce lo sviluppo di un buon legame affettivo e promuove, curando e personalizzando l’ambiente di vita, il controllo di fattori emotivi già messi a dura prova.

Le caratteristiche che l’educatore deve possedere sono:

· la consapevolezza di rappresentare un modello a cui i minori fanno riferimento;

· la capacità di legittimare il proprio ed altrui ruolo;

· la capacità di saper stabilire una valida relazione affettiva con il minore.

Mansioni:

Il lavoro degli educatori si esplica attraverso le seguenti attività:

Sostegno educativo complessivo: l’equipe educativa si fa carico della situazione complessiva del minore e della sua famiglia. Favorisce, mantiene, sollecita, media il più possibile, il collegamento con le famiglie dei minori; opera affinché il ragazzo possa ritrovare o creare un nuovo equilibrio. Conseguentemente è fondamentale un coerente lavoro di rete con le Istituzioni che lo sostengono e che concorrono al suo sviluppo. Questo concretamente consiste in:

  • Organizzazione delle attività quotidiane

  • Facilitazione delle relazioni tra i minori durante le attività

  • Facilitazione, osservazione, mediazione (a seconda degli obiettivi stabiliti) della relazione genitori –figlio.

  • Referente del minore (gestione colloqui con i servizi Sociali, e/o figure che ruotano intorno al minore; stesura PEI, colloqui individuali con il minore stesso)

Sostegno scolastico: l’educatore dovrà affiancare i ragazzi quotidianamente nello svolgimento dei compiti. Il lavoro didattico di recupero e di sostegno viene deciso in collaborazione con i docenti di riferimento, con i quali si mantiene un contatto costante tramite gli strumenti del diario, dell’e-mail, telefonici ed i colloqui bimestrali.

Laboratori di educazione al lavoro: l’educatore dovrà accompagnare i ragazzi a comprendere e sperimentare il valore del lavoro come costitutivo della vita della persona e come elemento indispensabile alla realizzazione delle proprie potenzialità, prendendosi cura e compartecipando alla cura degli ambienti interni ed esterni alla comunità o mediante attività laboratoriali specifiche.

Attività formative e ludiche: l’educatore dovrà essere capace di organizzare attività ludiche con i ragazzi e per i ragazzi vivendo con loro questo tempo: giochi di movimento all’ aperto o sedentari, di gruppo, da tavola, sportivi. Nella programmazione settimanale dovrà anche dare spazio all’organizzazione e realizzazione di attività formative, di riflessione o di confronto di gruppo.

Attività ricreative: l’educatore dovrà essere capace di pianificare e organizzare cineforum, feste, gite, vacanze, laboratori creativi , espressivi, etc.

Attività sportive: l’educatore dovrà guidare i ragazzi nella scelta di uno sport che risponda ai suoi gusti e alle sue personali esigenze fra quelli offerti dal territorio. In questo senso l’educatore dovrà farsi carico di contattare periodicamente gli allenatori per verificare la frequenza e l’andamento dell’impegno sportivo dei ragazzi. Le attività sportive o aggregative possono essere svolte anche all’interno del CEDis.

Inserimenti lavorativi: l’educatore dovrà essere capace di agevolare i ragazzi delle superiori nell’ apprendimento professionale attraverso l’attivazione di stage e percorsi di apprendistato, al fine di promuovere concretamente percorsi di autonomia.

Stesura PEI e documentazione: L’educatore è responsabile della progettazione in stretta collaborazione con l’ equipe educativa; è in grado di predisporre il Progetto Educativo Individuale (PEI), le relazioni educative, le relazioni di aggiornamento. Partecipa alle riunioni d’ equipe, a quelle con i referenti dei Servizi Sociali e a quelle con gli insegnanti o qualsiasi altra figura adulta che ruoti attorno alla vita del minore.

REQUISITI RICHIESTI:

Requisiti indispensabili:

  • Spiccate capacità organizzative, di relazione, empatia

  • Capacità relazionali, propositività e buona autonomia

  • Capacità di lavorare in gruppo e di problem solving

  • Autostima e capacità di tollerare le frustrazioni

  • Pazienza e autocontrollo

Costituiranno titolo preferenziale

  • Patente tipo B (con capacità di guidare anche pulmino)

VERRANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE SOLO ED ESCLUSIVAMENTE I CURRICULA CHE CONTERRANO I REQUISITI INDISPENSABILI.


Per candidarsi inviare curriculum vitae e lettera di motivazione (1 pagina massimo) con autorizzazione al trattamento dei dati personali in base al D.Lgs 196/2003 a: cd.lacamelia@gmail.com

Indicare nell’oggetto: “Candidatura per Educatore CEDis”